PROVA E VALUTAZIONE FINALE


Dal Regolamento didattico: "La prova finale consiste nella stesura di un elaborato scritto e in una esposizione orale pubblica alla presenza di una commissione di laurea. L’obiettivo della prova finale è la verifica delle capacità del laureando di esporre e di discutere un argomento di carattere statistico o matematico, oralmente e per scritto, con chiarezza e competenza. La scelta del contenuto del lavoro e il suo svolgimento, che può prevedere attività pratiche di laboratorio e/o di stage, devono avvenire con l’assistenza e sotto la responsabilità di un docente che concorda con lo studente l'argomento oggetto della prova. Per l'ammissione alla prova finale lo studente deve aver conseguito i crediti formativi necessari secondo l'ordinamento didattico del Corso di Studio.
Lo studente che ha sostenuto esami nell'ambito di accordi di mobilità internazionale, superando almeno il 50% dei CFU indicati nel Learning Agreement, avrà riconosciuto in sede di prova finale un punto su 110."

Dal Mantifesto degli studi: “La valutazione finale è espressa in centodecimi e comprende una valutazione globale del curriculum del laureando.”
Più precisamente:

  1. Viene considerata la media pesata delle attività formative che comportano un punteggio in 30-esimi, escluso il voto più basso***
  2. A questo punteggio in 110-ecimi viene aggiunto:

Situazioni eccezionali del curriculum formativo e/o della prova finale possono essere valutati caso per caso.
 

Concorrono al risultato della prova finale:

 

*** Se l'attività formativa corrispondente al voto minimo ha più di 8 CFU si ripartisce il voto in due con metà CFU ciascuno.
           In presenza di più di un voto minimo si considera la media dei CFU dei voti minimi

  ===

Al più tardi il giorno della laurea, il candidato deve consegnare una copia dell'elaborato scritto in Biblioteca (firmata dal relatore) ed eventualemente una a relatore e correlatore.

 

TEMPLATE PER SCRIVERE L'ELABORATO IN LATEX  (qui -- cartella compressa  .zip).